Gio. Lug 16th, 2020

Circuito Sulle Orme dei Sanniti

MTB 2020 – "non vi è gloria senza Fango"

“Ventricina Urban Trail”: podismo e mtb sono “ripartiti” da Scerni

2 min read
 18 km di allenamento tra campagne e centro cittadino scernese hanno unito podisti e biker  

Allenamento o evento non competitivo. Chiamatelo come volete ma questa mattina da Scerni una fetta (seppur piccola) di sport abruzzese è ripartito. Grazie alla caparbietà di Luigi Di Lello, biker, produttore di ventricina e numero dell’Asd Sulle Orme dei Sanniti, capace di mettere in piedi in pochi giorni la “Ventricina Urban Trail”.

Non è più un mistero, alcuni sport pian piano hanno iniziato a riprendere il solito ritmo mentre per altri c’è ancora da attendere e leggendo alcune disposizioni ministeriali è difficile azzardare quando si potrà tornare alla normalità. Esempi sono le gare come quelle podistiche e in bici ma questa mattina a Scerni ci si è iniziati a muovere per iniziare a piccoli passi a tornare alla normalità. Un allenamento anche a livello logistico, l’impressione è che con le dovute accortezze e rispettando tutte le regole tornare ad organizzare gare vere tra qualche mese sarà possibile.

L’evento organizzato da Luigi Di Lello ha visto la partecipazione di oltre cinquanta atleti tra podisti e biker arrivati intorno alle 8:30 nel Villaggio dell’Istituto Agrario Fvass molti dei quali già pronti per affrontare un percorso totale di 18 km che in parte già conoscevano. Studiato a tavolino con l’organizzazione a cui hanno partecipato anche alcune realtà sportive vastesi presenti questa mattina con diversi tesserati. In realtà un doppio circuito, 9 km il primo, altrettanti il secondo, differenti per difficoltà e zone toccate passando per boschi e campagne scernesi, e attraversando anche il centro storico. Oltre ai due team vastesi hanno preso parte all’evento non competitivo anche l’Atletica Vasto, i Runners Casalbordino, la Pro Life Chittien Team (Casalbordino), altre realtà abruzzesi e qualche presenza anche dalle Marche. Un evento sportivo che guarda con grande attenzione allo sviluppo turistico del nostro territorio anche attraverso il canale enogastronomico. Attività sportiva, eccellenze culinarie e turismo, il massimo per far conoscere come meglio non si potrebbe la nostra zona.

Prima della partenza Luigi Di Lello e Giuseppe Di Marco (presidente di Legambiente Abruzzo) oltre a ricordare come muoversi a tutti gli atleti presenti hanno voluto evidenziare come la ripartenza di certe attività, sport compreso, siano necessarie per dare un nuovo slancio alla nostra regione. Gli atleti hanno potuto ammirare la bellezza del territorio scernese, davanti a tutti, a guidare il gruppo, il pluricampione abruzzese Alberico Di Cecco (fresco di nomina Uisp come responsabile nazionale per maratone e ultramaratone) e il casalese Umberto D’Agostino. Al termine dell’intenso allenamento mattutino per tutti i partecipanti l’aperitivo con l’immancabile ventricina locale e vini del nostro territorio. Da Scerni questa mattina un importante cenno di ripartenza per sport come podismo e mountain bike, serviranno coraggio e impegno per tornare a organizzare e vivere gare vere ma, da queste parti, nessuno ha intenzione di tirarsi indietro.

fonte

Altre notizie

2 min read
1 min read

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email